Visita altri paesi: Bulgaria | Cambogia | Cina | Colombia | India | Russia | Ucraina | Vietnam

L’accreditamento degli Ente

 

Per poter ottenere l’autorizzazione, cioè la Licenza ad operare in Etiopia,l’Ente Autorizzato e/o Agenzia di adozione in Etiopia deve dimostrare di:

  • avere una sua struttura nel Paese
  • essere in grado di poter assistere il bambino e la famiglia adottiva
  • possedere la capacità di realizzare progetti di cooperazione a favore dell’infanzia

Al momento della richiesta di autorizzazione, ogni associazione, al pari di ogni altro Organizzazione non Governativa, è tenuta a presentare un progetto concreto di cui dovrà rendere conto al Ministero di Giustizia attraverso rapporti descrittivi e finanziari trimestrali. Sempre più spesso il Ministero di Giustizia richiede progetti multi-settoriali che rispondano alle strategie governative descritte nel Piano di Azione Nazionale, il PNA, 2003-2010.

I programmi di sponsorship così come la semplice realizzazione dell’adozione in Etiopia non sono considerati progetti di cooperazione.

Dopo l’ottenimento della Licenza l’Ente Autorizzato deve oggi

  • firmare un accordo generale in materia di adozione in Etiopia con Ministero degli Affari il MoWA, Ministry of Women Affairs
  • firmare un accordo operativo con le Autorità della Regione nella quale intende operare . 
    Dato che l’adozione internazionale si realizza concretamente solo in Addis Abeba, gli Enti Autorizzati e/o Agenzie di adozione in Etiopia sono di fatto obbligati a firmare un Operational Agreement con la SCAB, Social and Civil Affairs Bureau, della Regione Amministrativa di Addis Abeba.
    In Etiopia sono operativi 54 Enti e/o le Agenzie di adozione in Etiopia europee e statunitensi e la necessità di firmare un accordo con la Regione amministrativa di Addis Abeba, produce l’effetto della concentrazione della maggior parte dei loro progetti nell’area urbana della capitale con obiettivi rischi di:
  • sovrapposizione degli interventi
  • privare le aree rurali e più povere del Paese di risorse importanti e spesso necessarie per un concreto sviluppo.

Le conseguenze per gli Enti e/o Agenzie di Adozione in Etiopia
L’obbligatorietà di realizzare programmi di cooperazione internazionale ha rappresentato un cambiamento di prospettiva soprattutto per gli Enti e/o Agenzie che tradizionalmente, hanno sempre operato nell’ambito esclusivo dell’adozione in Etiopia internazionale.

Questi:

  • si sono dovuti dotare di una struttura operativa nel Paese
  • hanno dovuto trasformarsi da semplici donatori a implementatori diretti di progetti
  • hanno dovuto sottoporsi al controllo amministrativo delle autorità etiopiche, procedimento che si definisce audit