Visita altri paesi: Bulgaria | Cambogia | Cina | Colombia | India | Russia | Ucraina | Vietnam

Percorso formativ

 

L’attività svolta dall’ENTE viene fatta con entrambi i genitori come previsto dalla convenzione de l’Aja.

Il corso, che ha un valore informativo e di orientamento, ma non valutativo, è rivolto alle coppie già in possesso del decreto di idoneità e che abbiamo assolto ai passaggi di questa Carta dei Servizi relativamente ai colloqui informativi.

Il corso si sviluppa in quattro incontri con gli obiettivi di:

  • Conoscere le persone, i principi, la metodologia operativa dell’Ente.
  • Apprendere nozioni tecniche indispensabili.
  • Trasmettere le informazioni sui paesi con i quali opera l’Ente.
  • Permettere agli utenti confrontarsi sulla scelta adottiva con psicologi, pediatri, avvocati, esperti in materia e con famiglie adottive.
  • Decidere con consapevolezza se proseguire.

Le tematiche vengono trattate con la conduzione di figure professionali quali psicologi, psicopedagogisti, assistenti sociali, pediatri, avvocati, tecnici.

Al termine del percorso sono previsti colloqui di coppia con lo staff tecnico.

La coppia ha la facoltà come l’Ente di rinviare ad eventuali colloqui psicologici e/o tecnicoprocedurale post corso per ulteriori approfondimenti ed opportune riflessioni reciproche.

 

Costruzione del dossier di documentazione della coppia

 

Come indicato in Carta dei Servizi, il conferimento d’incarico coincide con

l’individuazione e la condivisione del Paese dove sarà depositata la richiesta di adozione in Etiopia.

Verrà inviato alla coppia tramite mail/posta l’elenco dei documenti da allestire, con le note esplicative,eventuali fac-simile. L’operatore rimane disponibile telefonicamente per ogni difficoltà dovesse nascere nella produzione dei documenti o per la risoluzione dei problemi con le prefetture

ed i servizi sanitari / sociali locali.

Successivamente la famiglia consegna all’operatore la documentazione richiesta e viene verificata la adeguatezza dei documenti rispetto a quanto chiesto dal paese straniero.

  

La gestione del tempo di attesa

 

Le tematiche proposte dal programma di accompagnamento hanno lo scopo di avvicinare la coppia alla realtà socio-culturale che andrà a incontrare e di cui il proprio figlio sarà portatore, per preparare la stessa alle possibili problematiche di inserimento nel nuovo contesto socio-familiare, fornendo strumenti concreti di gestione di alcune dinamiche prettamente legate ai bambini abbandonati,ma con specificità diverse in base alle aree del mondo di origine di provenienza.

Questi incontri di gruppo saranno gestiti e condotti da professionisti quali psicologhe, psicopedagogiste, tecnici specificatamente formati in materia di adozione in Etiopia.

 

Gli obiettivi del percorso “attesa”sono:                     

  • Permettere un confronto ed uno scambio di esperienze sull’adozione in Etiopia nel gruppo allargato e composto da più figure adulte.(nonni per esempio)
  • Diffondere la cultura dell’adozione in Etiopia attraverso scambi, incontri, confronti che partano dal rispetto delle culture di provenienza dei bambini portatori di bagagli e ricchezze personali
  • Superare gli stereotipi e addentrarsi nel mondo dell’adozione in Etiopia con risorse e strumenti di conoscenza approfonditi
  • Offrire informazioni storiche e sociali sui contesti di provenienza dei bambini.
  • Promuovere percorsi di riflessione e di confronto che portino ad un’autentica accoglienza dei bambini adottati

Si tratta di incontri facoltativi e gratuiti.

Periodicamente sul sito dell’Ente verranno pubblicate le programmazioni delle iniziative, il luogo e gli orari degli incontri.