Visita altri paesi: Bulgaria | Cambogia | Cina | Colombia | India | Russia | Ucraina | Vietnam

Le domande più frequenti sull adozione in Etiopia

 

Può adottare la persona singola in via internazionale?

No, il single può adottare solo in Italia, ma la situazione del bambino adottabile deve potersi inquadrare nei “casi particolari”, nei quali viene tenuta in considerazione la particolare relazione affettiva tra il minore e la persona singola; questo particolare legame, che viene ad acquistare rilevanza giuridica, deve essere precedente all’accertamento dello stato di abbandono.

Facciamo il caso di un bambino, i cui genitori sono irreversibilmente inadeguati, e si trova, quindi, in stato di abbandono per mancanza totale di cure o perchè viene maltrattato gravemente: ebbene, se questo minore ha sempre trovato rifugio alle sue sofferenze nella sua maestra o in una vicina di casa o in una lontana parente, il giudice che istruisce il caso, quando apprenderа del profondo legame affettivo e avrа valutato che non può essere spezzato senza produrre gravi danni psicologici al bambino, può riconoscere quel legame e ritenere il caso come particolare; il tribunale pronunzierа l'adozione del bambino alla persona singola; questa adozione, a differenza dell'adozione piena e legittimante, mantiene i rapporti del bambino con la famiglia di origine e non sostituisce il cognome della persona singola a quello del bambino, ma lo aggiunge.

 

Può adottare una coppia di fatto?

No.

Lo stato di convivenza viene, pero, preso in considerazione se precedente al matrimonio: se non ci sono i tre anni di matrimonio - richiesti dalla legge – perchè i coniugi sono sposati solo da pochi mesi, ma hanno convissuto per un periodo che, cumulato ai mesi di matrimonio, raggiunge i tre anni, possono dichiarare la loro disponibilitа. La convivenza sarа accertata come stabile e continuativa attraverso prove documentali o testimoniali.

 

Gli Italiani residenti all'estero possono adottare secondo la legge dello Stato in cui risiedono?

Si, ma solo se vi risiedono da almeno due anni.

 

Può una coppia adottare in un paese nel quale non operano enti?

Sм, ma soltanto se può documentare motivi validi (esempi: uno dei due coniugi è cittadino di quel paese o vi ha vissuto o vi ha lavorato per un certo periodo di tempo). In questo caso sarа seguito dal Servizio Sociale Internazionale – Sezione Italiana, previa autorizzazione della Commissione per le Adozioni Internazionali. La nuova legge sulle adozioni internazionali (legge n. 476/98) ha ratificato la Convenzione internazionale de L’Aja del 29 maggio 1993 "per la tutela dei minori e la cooperazione in materia di adozione internazionale", modificando la legge che disciplinava l’adozione e l’affidamento (legge n. 184/83) e ha introdotto dei profondi cambiamenti al sistema fino ad allora in vigore. è necessario quindi conoscerne bene i contenuti, per iniziare correttamente le procedure e per poter godere delle facilita.